Matteo Telentinis in arte Master Jam, è nato nel 1990 a Bologna, si avvicina alla musica rap/hip hop all’età di 11 anni e verso i 14 inizia a scrivere i suoi primi testi e impara a fare i suoi primi beats, verso i 17 inizia anche a fare i primi pezzi incisi, i primi live, i primi freestyle con gli amici e le prime collaborazioni. Nel 2013 ha fondato la Fotta Anomala Crew. Questo è il primo disco ufficiale dal nome “Non importa”. Attualmente membro di Grilled Toast REcords.

In tutti i pezzi dell’album si può notare come ci sia un filo conduttore, ovvero, le canzoni sono praticamente tutti di protesta e attualità dove gli argomenti più trattati sono il contesto socio-politico del nostro paese, in quanto l’artista parla di povertà, di disoccupazione, del traffico di armi e del divario che c’è tra i politici e i cittadini, ma ha anche cercato di mettere un po’ del suo passato e del vissuto soprattutto per quanto riguarda la tematica usata nelle canzoni QUESTA VITA e NON IMPORTA. L’artista sente molto il legame a questi due pazzi in quanto parlano di lui, di come era prima e di come è adesso, di come ha superato alcune difficoltà e di come la musica lo abbia aiutato a far uscire la sua personalità, senza paura di esporsi o di esprimere i propri pensieri. In passato aveva inciso circa una ventina di pezzi su proprie strumentali, pezzi che però non sono mai usciti e che pochi o nessuno hanno mai sentito, la causa di questa scelta è stata motivata dal fatto che sia metricamente sia come beatmaker si sentiva ancora “acerbo” quindi ha preferito esercitarsi per un po’ di anni dove ha affinato la tecnica, sia nel produrre strumentali sia nello scrivere i pezzi e cercare il proprio flow.